News

In Cammino…

By 20 Giugno 2020 No Comments

 

IN CAMMINO nei parchi del sud 2020

  • Parco Nazionale del Pollino

Monte Pollino 2248 mt escursione da Colle Impiso alla cima del Pollino (1560 mt-2248mt) Dif. EE

  • Parco Nazionale del Pollino

 La Balconata dei Pini Loricati.  Da Colle dell’Impiso 1560 mt a 1850 mt attraversando boschi e pianori. –  Dif. E

  •       LE MONTAGNE AL MARE

Trekking da Maratea a Trecchina 15 km tra sentieri e strade – Dif. E

  • Costa di Maratea – Monte Coccovello (1500 mt) –

Serra del Tuono – M.te Coccovello – Le doline ed Inghiottitoi.  – Dif. E

  • PARCO NAZIONALE DEL POLLINO

NOTTURNA CON BIVACCO. Per ammirare, dalla cima della montagna il sorgere del sole sul mar Ionio. – Diff. EEA

  • PARCO NAZIONALE DELL’APPENNINO LUCANO –

Massiccio del Sirino, Sentiero dei Pellegrini- dislivello in discesa e salita 1000 mt – Dif. E

  • Parco Nazionale del Pollino

Osservazione delle Stelle con trekking e bivacco nel Cuore del Massiccio. Campo base al passo del Gaudolino – Dif. EEA

  • Parco Nazionale Pollino –

Lago Duglia-Lago Fondo-Rueping –Serra di Crispo (2050 mt).  -Diff.EE

  • Parco Nazionale del Pollino

Rif. Acquafredda- Sorgente Catusa.  –  Dif. E

  • Parco Nazionale del Pollino

Attraversata del Monte Alpi – Bosco Favino – Piana Fiorita – Cava pietra. – Dif.EE

  • Parco Nazionale del Pollino

Trekking nel Bosco Magnano “il recinto dei Cervi” ed il torrente Peschiera. – Dif.E

  • Parco Nazionale del Pollino

La Cima del Mezzogiorno d’Italia, la Serra Dolcedorme (2267 mt).  – Dif.EE

 

Partenze garantite con 5 persone con frequenza giornaliera

a partire da euro 20,00 a persona al giorno.

Servizio esclusivamente  su prenotazione.

Con la prenotazione si richiede dichiarazione preventiva anti Covid19

 

INFO TECNICHE PER ESCURSIONI

La scala delle difficoltà

La classificazione delle difficoltà è essenzialmente indicativa:

T = Turistico (Facile per tutti).

Itinerario su percorso non lungo, ben evidente senza problemi di orientamento.

E = Escursionistico (Media difficoltà).

Itinerario che si può sviluppare su sentieri non problematici, senza l’uso di equipaggiamento specifico.

EE = Escursionisti Esperti (Difficoltosa).

itinerario che richiede capacità di muoversi su terreni particolari a quote relativamente elevate, esperienza di montagna, equipaggiamento, attrezzatura e preparazione fisica adeguate.

EEA = Escursionisti Esperti con Attrezzatura (Molto difficoltosa).

 

L’abbigliamento

La scelta dell’abbigliamento da trekking non è una questione di estetica! Durante un’escursione dobbiamo avere la possibilità di muoverci con agilità.

Siamo inoltre soggetti a frequenti sbalzi di temperatura sia per il fatto che alterniamo momenti nei quali camminando facciamo esercizio fisico con momenti nei quali siamo fermi, sia per il fatto che, se siamo in montagna, le condizioni meteorologiche possono variare bruscamente. La regola fondamentale è quindi quella di usare abiti comodi e di vestirsi a “cipolla”.

In altre parole, vestirsi a strati utilizzando più indumenti sottili, maglietta o canotta, camicia, maglioncino, giacca a vento, piuttosto che un unico strato pesante.

Pantaloni comodi (sconsigliati i jeans e la tuta), maglietta intima, camicia, maglione, maglione supplementare o pile, berretto, guanti, sotto guanti, giacca a vento, impermeabile, foulard, ricambio.

È conveniente vestirsi a strati in modo da togliere o indossare gli indumenti al mutare delle condizioni climatiche.

 

 

admin

Author admin

More posts by admin